• Presenting Partner

  • Istituzioni

  • Media Partner

4. ottobre 2022

I WorldSkills 2022 sono cominciati – per 13 dei 37 candidati svizzeri e candidate svizzere i campionati mondiali delle professioni si disputeranno in casa

Da oggi, la squadra nazionale svizzera delle professioni, composta da 37 giovani, si contenderà il titolo di campione e campionessa del mondo nell’edizione decentralizzata delle WorldSkills Competition 2022, che si terrà in 15 Paesi. 13 giovani professionisti svizzeri potranno addirittura godersi un campionato mondiale in casa. Lo SwissSkills National Team vuole affermarsi ancora una volta come una delle nazioni leader ai campionati mondiali delle professioni.

Dopo la cancellazione dei WorldSkills 2022 di Shanghai a causa della pandemia, questa primavera è stato sviluppato un format alternativo decentralizzato per i campionati mondiali delle professioni, anche su iniziativa della Fondazione SwissSkills. Anziché svolgersi in un unico luogo, le WorldSkills Competition 2022 si svolgeranno con una modalità decentralizzata in 15 Paesi. La Svizzera organizzerà 14 delle 62 competizioni totali – più di ogni altro paese.

37 giovani professionisti svizzeri potranno misurarsi con i loro rivali di tutto il mondo. I membri dello SwissSkills National Team hanno investito in media circa 1’000 ore di preparazione da oltre un anno e hanno potuto contare su un grande sostegno da parte dei datori di lavoro, delle associazioni professionali, degli esperti e delle famiglie, spiega André Burri, direttore di SwissSkills. «I giovani professionisti, così come coloro che li circondano, hanno dedicato un’enorme quantità di tempo e passione ai preparativi. Siamo molto soddisfatti e felici che questi campionati mondiali possano svolgersi», aggiunge.

Apertura con due team di 2 persone a Stoccarda

Dal punto di vista della Svizzera, le WorldSkills Competition 2022 sono state lanciate oggi a Stoccarda da quattro operatori in automazione. Dario Flükiger e Adrian Matthys gareggiano nella competizione «Mechatronics» e Silvan Wiedmer e Yunus Ruff, campioni europei in carica, nella disciplina «Industry 4.0». Successivamente, anche i due giardinieri paesaggisti Marc Baumberger e Fabian Baumann gareggeranno in team a Tallinn. Gli altri 31 membri della squadra svizzera gareggeranno in competizioni individuali.

Montreux da giovedì come prima località svizzera dei campionati mondiali dal 2003

Tim Oberli parteciperà, da giovedì a Montreux, al primo campionato mondiale in casa della Svizzera dopo i WorldSkills di San Gallo del 2003 nella competizione «Hotel reception». Altri campionati mondiali delle professioni si terranno a Basilea, Lucerna, Aarau, Ginevra e Berna fino al 26 ottobre. A questi eventi, solo in Svizzera, parteciperanno 219 giovani professionisti provenienti da 49 nazioni diverse.

Dopodiché, però, le WorldSkills Competition 2022 non saranno finite. Le ultime competizioni si terranno a Salisburgo alla fine di novembre. Soltanto il 27 novembre si saprà come si posiziona la Svizzera nella classifica nazionale.

Un team ambizioso che punta al vertice della classifica

Che sia in Svizzera o a 13 ore di distanza di aereo, a Goyang, in Corea, il team svizzero inizia la missione delle WorldSkills Competition 2022 con grandi ambizioni e molta fiducia e sicurezza in se stesso. «Faremo una grande performance. Il format decentralizzato è un vantaggio per noi svizzeri. Grazie alla nostra routine di lavoro, siamo abituati a gestire situazioni particolari come quelle che si verificano nelle competizioni organizzate in modo decentralizzato», afferma Laurent Seppey, teamleader capo del team svizzero.

La team manager Fabienne Spring aggiunge: «Questa missione speciale ci mette a dura prova anche dal punto di vista logistico. Ci assicureremo che tutti i nostri competitori siano ben assistiti nelle varie località. Faremo anche in modo che ci sia un feeling di squadra nonostante la distanza e che tutto il nostro team si sostenga a vicenda anche nel contesto del format decentralizzato».

WorldSkills in Svizzera: un’ulteriore vetrina per la formazione professionale

Anche i nove diversi organizzatori svizzeri dei WorldSkills devono affrontare una sfida importante. «Sono le associazioni professionali, alcune delle quali insieme ad altri partner, a rendere possibili questi WorldSkills in Svizzera con brevissimo anticipo, offrendo così alla formazione professionale un’ulteriore vetrina», afferma il direttore di SwissSkills André Burri. A poche settimane dal successo degli SwissSkills 2022 di Berna, i giovani professionisti svizzeri potranno nuovamente mostrare a un vasto pubblico le eccellenti competenze acquisite durante il loro apprendistato professionale.

Il team svizzero e il suo impiego in una panoramica

WorldSkills Competition in Svizzera:

Montreux (dal 6 al 9 ottobre), Casino Barrière
Hotel reception: Tim Oberli (Wiesendangen/ZH)

Basilea (dall’11 al 14 ottobre), Holz Messe Basel
Falegname di mobili: Brian Thomi (Vordemwald/AG)
Falegname di costruzioni e finestre: Romain Mingard (Couvet/NE)
Carpentiere: Elias Gogniat (La Tour-de-Trême/FR)

Lucerna (dal 10 al 15 ottobre), Richemont Fachschule
Panetteria: Vera Stocker (Gunzwil/LU)
Pasticceria-confetteria: Juliana Thöny (Oberlunkhofen/AG)

Aarau (dal 12 al 15 ottobre), visCampus
Tecnologa di stampa: Nina Manser (Kesswil/TG)
Poligrafa: Simona Gier (Tübach/SG)

Ginevra (dal 13 al 16 ottobre), CFP arts Annexe Vieusseux
Orafo: Daniel Fornos Diaz (Ginevra/GE)

Berna (dal 18 al 21 ottobre), Mobilcity
Carrozziere lattoniere: Dominik Bartlome (Schwarzenburg/BE)

Berna (dal 19 al 22 ottobre), ICT Berufsbildungscenter
Elettronico: Mario Liechti (Windisch/AG)

Lucerna (dal 23 al 26 ottobre), Messe Luzern (ZAGG)
Cuoco: Rino Zumbrunn (Sissach/BL)
Restaurant service: Shania Colombo (Münchwilen/TG)
 

Le competizioni con partecipazione svizzera all’estero:

Stoccarda, GER (dal 4 al 7 ottobre)
Operatore in automazione: Dario Flükiger (Lützelflüh/BE) e Adrian Matthys (Möhlin/AG)
Industria 4.0: Silvan Wiedmer (Winterthur/ZH) e Yunus Ruff (Winterthur/ZH)

Leonberg, GER (dal 10 al 15 ottobre)
Polimeccanico CNC tornitura: Fabian Leuenberger (Heimenhausen/BE)
Polimeccanico CNC fresatura: Ivo Müller (Zugo/ZG)

Goyang, KOR (dal 13 al 16 ottobre)
IT software solutions for business: Thomas Gassmann (Uffikon/LU)
Web technologies: Tom Diggelmann (Berna/BE)
IT network systems administration: Sven Gerber (Röthenbach/BE)

Cleveland, USA (dal 17 al 20 ottobre)
Metalcostruttore: Lars Rotach (Ulisbach/SG)

Brampton, CAN (dal 18 al 20 ottobre)
Polimeccanico automazione: Gil Beutler (Linden/BE)

Bordeaux, FRA (dal 19 al 22 ottobre)
Progettista meccanico: Jan Meier (Andwil/SG)
Gessatore-costruttore a secco: Adrian Büttler (Grund bei Gstaad/BE)
Operatore sociosanitario: Kilian Schmid (Küssnacht am Rigi/SZ)

Helsinki, FIN (dal 20 al 23 ottobre)
Fiorista: Jasmin Wüthrich (Gossau/SG)
Estetista: Giulia Liberti (Burgdorf/BE)

Tallinn, EST (dal 24 al 27 ottobre)
Giardinaggio e paesaggismo: Marc Baumberger (Koppigen/BE) e Fabian Baumann (Oberdiessbach/BE)

Dresda, GER (dal 25 al 28 ottobre)
Meccatronico d’automobili: Florent Lacilla (Cottens/FR)

Lahr, GER (dal 2 al 4 novembre)
Installatore di impianti sanitari e riscaldamenti: Luca Herzog (Hüntwangen/ZH)

Salisburgo, AUT (dal 24 al 26 novembre)
Installatore elettricista: Patrik Siegenthaler (Linden/BE)
Elettricista d’impianti: Yannick Flepp (Sedrun/GR)
Muratore: Ben Zaugg (Bärau/BE)
Meccanico di macchine edili e agricole: Pascal Hofstetter (Wildhaus/SG

Condividi post
  • Presenting Partner

  • Istituzioni

  • Media Partner