Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Graz 2020
6 – 10.01.2021

Team SwissSkills: un successo che passerà alla storia

Le 44esime WorldSkills Competitions – disputate per la prima volta in un paese arabo – sono terminate. Ad Abu Dhabi il team SwissSkills ha conseguito un successo che passerà alla storia. Con 11 medaglie d'oro, sei d'argento e tre di bronzo ? più 13 diplomi e 3 certificati ? la delegazione svizzera ha ottenuto il miglior risultato di tutti i tempi. Riconfermandosi quale miglior team europeo, ha conquistato il 2° posto nella classifica delle nazioni.

Le WorldSkills di Abu Dhabi sono ormai storia. E una pagina importante l'ha scritta la delegazione svizzera. Con 11 medaglie d'oro, 6 d'argento e 3 di bronzo ? più 13 diplomi e 3 certificati ? i 38 giovani partecipanti ai Campionati mondiali delle professioni hanno conseguito un risultato mai raggiunto prima. Nel bilancio finale, oltre il 90% dei concorrenti svizzeri ha portato a casa almeno un diploma. Per Christine Davatz, leader della delegazione, apprendere di questo straordinario successo è stato un momento «molto emozionante». Un successo che non è però un caso: «Tutte le persone attorno al team SwissSkills hanno dato il massimo», tiene a precisare. La preparazione e la collaborazione all'interno del fantastico team svizzero hanno funzionato alla perfezione: «E questo è il risultato».

Complimenti al team degli esperti

Durante le gare i concorrenti del team SwissSkills si sono distinti per le loro prestazioni d'eccellenza. Ma senza l'apporto del team degli esperti, simili exploit non sarebbero stati possibili. Come afferma Rico Cioccarelli, delegato tecnico di SwissSkills, durante la settimana precedente all'inizio della competizione è stato necessario affrontare ancora qualche sfida. E nessuno lo sa meglio di lui, che partecipa da oltre 25 anni ed è ormai un'autorità nelle questioni inerenti ai Campionati delle professioni, a tutti i livelli fino all'organizzazione delle WorldSkills. Per questo il suo giudizio è ancora più importante: «Il team degli esperti merita un grande elogio. I preparativi sono stati impegnativi come non mai e quello che sono riusciti a fare nei giorni precedenti la competizione è davvero eccezionale. Solo grazie a loro è stato possibile disputare un campionato equo e corretto», conclude orgoglioso dei «suoi» esperti e dei loro colleghi.

La sfida continua

Al ritorno in Svizzera, alcuni membri della delegazione si sono concessi un giorno di vacanza (o lo hanno ottenuto dal datore di lavoro), pochi altri si sono presi un breve (ma meritato) periodo di pausa. La maggioranza ha però già ripreso la normale routine quotidiana. Una nuova sfida attende in particolare i giovani che hanno partecipato alla competizione. E ancora una volta dovranno dare prova di resistenza, quando davanti a innumerevoli microfoni dovranno commentare più e più volte i loro exploit e raccontare le impressioni di Abu Dhabi. A livello locale, regionale e nazionale, giornali, radio e televisione vogliono presentare al pubblico i «loro» concorrenti. E per alcuni questo è quasi altrettanto stressante quanto la competizione stessa.

Visualizzare tutte le immagini