Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Graz 2020
6 – 10.01.2021

Evento Finale - Il team svizzero più forte di sempre

La delegazione svizzera alle WorldSkills 2017 ad Abu Dhabi ha ottenuto il migliore risultato da quando la nazione elvetica partecipa ai campionati mondiali delle professioni. Nel fine settimana finale del 25–26 novembre il team si è incontrato ancora una volta a Davos e ha passato in rassegna gli eventi di Abu Dhabi.

A Davos il team svizzero si era riunito per la prima volta dieci mesi fa. Nel fine settimana, nello stesso luogo, è stato debitamente festeggiato il grande successo riportato. Nel contempo i partecipanti, i loro esperti e il team organizzativo hanno eseguito un debriefing per analizzare la competizione con l'obiettivo di identificare nel dettaglio quali sono stati i fattori che hanno portato al successo di Abu Dhabi e poterli utilizzare per le future WorldSkills Competitions. Si è trattato di evidenziare sia le esperienze positive sia le situazioni critiche che si sono presentate durante le singole competizioni.

In vista delle prossime WorldSkills 2019, a Kazan, in Russia, è risultato che l'impegno di SwissSkills per il nuovo modo di competere ha dato i suoi frutti. Innanzitutto, infatti, in alcune professioni i compiti sono stati comunicati all'ultimo momento. I partecipanti quindi non hanno avuto modo di allenarsi su determinati lavori. Questo ha significato un vantaggio per chi disponeva già di un'ampia competenza professionale, come ha affermato la capodelegazione Christine Davatz: «Io ho avuto l'impressione che il tipo di compiti ha letteralmente messo le ali ai nostri concorrenti, stimolandoli a dare il massimo e molti ne sono usciti veramente bene. Lo confermano anche le reazioni positive dei partecipanti stessi e dei loro esperti.»

Anche Rico Cioccarelli, delegato tecnico, trae una conclusione positiva: «Dalle ultime WorldSkills Competitions di São Paolo abbiamo lavorato molto con gli esperti, il che ha dato ottimi risultati. Gli esperti hanno fornito ai partecipanti un supporto ottimale e la collaborazione è stata perfetta.»

I partecipanti hanno riflettuto in particolare sulla propria preparazione e hanno fissato i punti principali in una lettera destinata ai loro successori. «Ciò che mi ha veramente aiutato sono stati i consigli del mio predecessore», ha affermato il tecnico d'automobili Riet Bulfoni. «Anch'io sono disposto a condividere le mie esperienze.»

Il Presidente del Consiglio di fondazione di SwissSkills Reto Wyss ha concretizzato con il team la motivazione del fine settimana di valutazione: «Chi smette di diventare migliore, ha smesso di essere bravo».

Visualizzare tutte le immagini Visualizza documenti stampa relativi a queste News