Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Swiss Team ad Abu Dhabi

Fino all’inizio delle WorldSkills di Abu Dhabi, ogni mese presentiamo nella nostra rubrica speciale un membro della delegazione. Oggi è il turno di Flurina Rüesch di San Gallo (SG), che rappresenta la Svizzera nella categoria delle stiliste.

Flurina Rüesch,fra circa tre mesi parteciperà alle WorldSkills di Abu Dhabi. Sa già quali compiti l’attendono?
Sono previsti quattro moduli, i cui compiti concreti mi sono stati comunicati poco tempo fa. Il compito definitivo sarà estratto a sorte sul posto. Il primo modulo è la cosiddetta modellazione: basandomi sulla fotografia di un vestito, dovrò modellare una stoffa appuntandola con gli spilli su un busto da sarta, in modo da creare una copia il più simile possibile all'originale. Le principali difficoltà saranno ad esempio riuscire a ricreare le pieghe.
Nel secondo modulo realizzo un cartamodello di diversi capi d'abbigliamento. Si tratta di un dettagliato disegno tecnico che serve da base per confezionare l'indumento. Il terzo modulo prevede la realizzazione di un abito completo, fodera compresa. I dettagli come il colletto, le tasche, ecc. mi saranno comunicati solo sul posto. Nel modulo denominato Mystery box riceverò diversi materiali, come ad esempio dei nastri, con i quali decorerò un vestito. Qui dovrò essere particolarmente creativa.

Come si prepara alle WorldSkills?
Ho già disegnato diversi modelli e appuntato alcuni abiti completi per il modulo della modellazione. Qui esercito la manualità e la velocità nel lavorare al busto da sarta. Nel modulo 3, oltre alla lavorazione, sono importanti anche le proporzioni e il design del vestito. È necessario parecchio tempo, prima che tutto corrisponda alle mie idee. E infine farò ancora due settimane di allenamento per perfezionare i diversi moduli.

Quali particolari sfide dovrà affrontare?
Ora ho i nomi e la descrizione dei tessuti con i quali lavoreremo. Ma non li ho ancora avuti tra le mani e quindi non so come ci si lavora. E poi sono tessuti della regione, forse prodotti proprio ad Abu Dhabi. Ho un certo vantaggio grazie alle conoscenze tecniche, alle quali in Svizzera si dà grande importanza già durante l'apprendistato. In molti altri paesi non è così. Inoltre si tratta di compiti che richiedono molta creatività e spontaneità.

Può portare il suo materiale di lavoro?
In parte. È ammesso il necessaire da cucito. Le macchine da cucire sono invece fornite sul posto, e sono uguali per tutti.

Quali sono i suoi obiettivi personali per Abu Dhabi?
Ovviamente sono felice di partecipare e darò il meglio di me stessa. Le WorldSkills Competitions saranno per me un evento indimenticabile. E naturalmente sarebbe fantastico vincere una medaglia.

E cosa l'aspetta dopo le WorldSkills?
Mi piacerebbe dare lezioni di design tessile alle nuove leve, ad esempio nell'ambito di corsi o come materia facoltativa. Per ora desidero fare esperienze professionali e perfezionare la mia formazione. Lavoro all'ottanta percento presso la casa di moda sangallese «Die Manufaktur» e un giorno a la settimana sto lavorando per me, dove posso dare libero sfogo alla mia creatività.

Visualizzare tutte le immagini