Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Nel 2012, 2014 e 2015…

Elias Siegrist ha partecipato ai campionati svizzeri dei costruttori di modelli e stampi e nel 2015 agli WorldSkills di San Paolo, in Brasile. Oggi è esperto per SwissSkills e risponde ad alcune domande su come si è evoluto il suo cammino professionale da allora.

Chi è Elias Siegrist?

Elias Siegrist è costruttore di modelli e stampi qualificato AFC, ha 25 anni e vive a Winterthur (ZH). Nel 2012 ai campionati svizzeri di Opfikon ha vinto la medaglia d’argento. Due anni dopo ha partecipato agli SwissSkills di Berna, la prima edizione centralizzata dei campionati delle professioni, dove si è aggiudicato il titolo di campione svizzero. Questo gli ha aperto le porte per gli WorldSkills che si sono svolti un anno dopo a San Paolo, in Brasile, dove ha ottenuto una medaglia di bronzo. 

Nel 2018 Elias Siegrist si è messo in proprio e ha fondato la Siegrist Protodesign GmbH a Seuzach, specializzata in servizi di costruzione di modelli e stampi. Agli SwissSkills 2018, che si sono ripetuti a Berna in settembre, Elias Siegrist era impegnato in qualità di esperto.

Elias Siegrist, partiamo dall’inizio: cosa fa di fatto un costruttore di modelli e stampi?

I costruttori di modelli e stampi producono stampi, strumenti, componenti in plastica, prototipi e modelli in gesso. Allo scopo utilizzano le più moderne tecnologie quali macchinari di fresatura CNC e speciali processi di prototipazione rapida come ad esempio le stampanti 3D. I costruttori di modelli e stampi sono in tutto e per tutto artigiani che lavorano con plastiche, legno, metalli e materiali composti. Alla base della produzione dei singoli pezzi vi sono piani, schizzi d’officina, bozze ecc. messe a disposizione dai clienti.

Hai partecipato tre volte con successo ai campionati delle professioni. Cosa ti ha spinto e come mai ti sei presentato due volte ai campionati svizzeri?

Per quanto riguarda gli SwissSkills 2014 mi è stato chiesto dall’associazione Swiss Form se dopo il 2012 volevo partecipare di nuovo. Dal momento che già la prima volta mi ero divertito molto, ho detto di sì. Che questo avrebbe portato agli WorldSkills, non lo sapevo ancora, finché non è giunta la proposta di rappresentare la Svizzera a San Paolo. E così mi sono lanciato nei preparativi.

Qual è il tuo ricordo più bello dei campionati?

L’atmosfera dei campionati e l’ottima aria che si respirava all’interno del team e tra i partecipanti sono state fantastiche ogni volta. Naturalmente è impossibile dimenticare la vittoria, quando ti chiamano e devi salire sul podio. E poi quando sono stato accolto dalla mia famiglia, dai miei amici e dai colleghi di lavoro.

Cosa ti ha lasciato la partecipazione ai campionati delle professioni?

La partecipazione ai campionati delle professioni è sicuramente un’ottima referenza, non importa il posto in cui ci si classifica. Io per esempio dopo San Paolo ho potuto lavorare per due anni in Germania. Gli WorldSkills hanno sicuramente contribuito a farmi ottenere questo lavoro.

Ora sei attivo in veste di esperto per i campionati svizzeri. Cosa ti motiva in questo compito?

Da un lato mi motiva la gratitudine nei confronti di SwissSkills per tutto ciò che ho avuto la fortuna di vivere e che mi hanno portato i campionati. Voglio contraccambiare. Dall’altro, trasmetto volentieri la mia esperienza ai futuri partecipanti. Ho riassunto per iscritto le esperienze raccolte a San Paolo e ho inviato gli appunti a Manuel Bieri, che l’anno scorso a partecipato ad Abu Dhabi, offrendogli dei consigli.

SwissSkills è inoltre per me un’ottima opportunità per ampliare la mia rete di contatti professionali. Anche se il nostro settore è piccolo, niente supera un’ottima rete di contatti.

I tuoi piani per il futuro?

Mi sono messo in proprio e lo scorso giugno ho fondato la Siegrist Protodesign GmbH. Ora si tratta di portare avanti la mia ditta. Sul lungo termine, desidero continuare a formarmi. Ho ottenuto la maturità professionale, ma non ho svolto alcuna formazione scolastica, ho acquisito esperienza pratica. Una formazione continua riconosciuta mi sembra molto importante anche per me stesso.