Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

«In qualità di capo degli esperti devo controllare per tutti»

Dal 4 all’8 marzo si sono riuniti a Budapest i delegati e gli esperti di tutti i paesi partecipanti a questa edizione degli EuroSkills in occasione dell’incontro preparatorio, il Competition Preparation Meeting. Michael Hess partecipa per la seconda volta come capo degli esperti per i gessatori-costruttori a secco e oggi può affrontare in modo molto più rilassato i suoi compiti.

«Era tutto ben organizzato e ho potuto collaborare con una workshop manager molto impegnata. Si tratta di ottime basi per il campionato» così Michael Hess riassume il Competition Preparation Meeting. Insieme a tutti i delegati e gli esperti delle nazioni partecipanti si è recato a Budapest ad inizio marzo per preparare il campionato del prossimo settembre.

Con l’esperienza fila tutto più liscio

Due anni fa a Göteborg, l’oggi 38enne bernese ha partecipato per la prima volta come capo degli esperti. Allora era preoccupato di non essere all’altezza del perfetto inglese di Oxford dei responsabili di WorldSkills Europe. Oggi può affrontare le cose in modo molto più disteso grazie alla buona conoscenza dell’inglese e poiché, grazie all’esperienza, sa di avere abbastanza margine insieme ai suoi colleghi esperti per poter risolvere facilmente qualsiasi problema del campionato. Dunque si è recato al meeting ben preparato, ha portato un progetto dettagliato inclusi dei piani CAD e ha potuto chiarire in modo veloce ed efficiente con il suo Deputy Chief Expert olandese (il suo vice) i dettagli in merito ai compiti del campionato.

È inoltre molto soddisfatto della sua workshop manager, responsabile dell’organizzazione di tutte le infrastrutture. Con lei ha potuto mettere a punto le misure di costruzione nonché gli allacciamenti di corrente e acqua, ma anche questioni come il tipo e la quantità di materiali. Molto utile è stato sicuramente che quest’ultima lavorasse come collaboratrice tecnica presso lo sponsor di materiali Rigips e che entrambi potessero discutere alla pari in quanto esperti.

Risoluzione ‘Made in Switzerland’ dei problemi

Quanto possa essere decisiva, Michael Hess lo sa già dal suo impegno a Göteborg nel 2016. Qui infatti era stato consegnato del materiale di lavoro errato. Quando Michael aveva voluto risolvere la questione con i responsabili, gli era stato detto «questo non c’è, questo non possiamo farlo». A quel punto, Michael senza esitare ha attivato i suoi contatti con dei fornitori in Svizzera – e nell’arco di due giorni il materiale giusto era stato consegnato. «Adesso abbiamo definito tutto in modo chiaro e con il supporto della workshop manager questa volta dovrebbe funzionare tutto al meglio» è convinto.

Una sfida poco prima del campionato

Un arduo compito lo attende sicuramente poco prima dell’inizio del campionato, poiché il progetto secondo il regolamento dovrà essere modificato per il 30%. Nell’arco di due giorni dovrà adattare i documenti di valutazione e i piani faticosamente allestiti, forse addirittura organizzare dell’altro materiale di lavoro. La sfida sarà valutare quali modifiche siano ben realizzabili. Per lui è molto importante che tali questioni siano chiarite insieme all’interno dell’assemblea degli esperti. In quanto capo degli esperti fa parte dei suoi compiti fare delle proposte. Tali decisioni non devono tuttavia spettare unicamente a lui, afferma e tiene a sottolineare che: «Come capo degli esperti non posso decidere a mio nome o a nome dei miei candidati, bensì devo pensare per tutti, affinché sia garantito a tutti un campionato corretto.»

La Svizzera impiega oltre a Michael Hess altri 4 capi degli esperti e 1 vice capo degli esperti agli EuroSkills di Budapest, ovvero:

Roger Gabler, Mastro esperto Lattoniere
Michael Hess, Mastro esperto Gessatura e Costruzione Secco
Susan Meier, Mastro esperta Estetista AFC
Adrian Sommer, Mastro esperto Installatore-elettricista
Paul Sidler, Vice Mastro esperto Meccanico di macchine agricole