Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Gli esperti si preparano per Abu Dhabi

In previsione delle WorldSkills di quest'anno ad Abu Dhabi, WorldSkills International (WSI) ha deciso di apportare alcune modifiche, aumentando i requisiti che gli esperti sono tenuti a soddisfare. Per questo, tra il 13 e il 14 gennaio, SwissSkills ha organizzato appositamente per loro un corso di formazione a partecipazione internazionale.

Tra le fila di WorldSkills International (WSI), organizzazione promotrice dei Campionati mondiali delle professioni, si lavora da tempo per introdurre novità e migliorie. Si è deciso così di regolare in modo più chiaro le responsabilità all'interno delle singole professioni. D'ora in poi ad esempio la responsabilità dell'assegnazione dei compiti sarà affidata agli «Skills Competitions Manager», mentre i Chief e Deputy Chief Expert potranno concentrarsi sullo svolgimento regolare del concorso vero e proprio. Sono stati inoltre formulati con maggior chiarezza le regole di condotta nella relazione tra esperti e candidati e i regolamenti riguardanti la valutazione.
Fra le altre novità, alle WorldSkills di Abu Dhabi potranno eseguire valutazioni solo gli esperti che hanno portato a termine un corso di formazione (il cosiddetto «Access Program»). Tutti gli altri saranno ammessi come semplici osservatori.

Scambio con i colleghi stranieri

Su iniziativa del delegato tecnico Rico Cioccarelli, SwissSkills ha deciso quindi di condurre un corso di formazione dedicato agli esperti tra il 13 e il 14 gennaio. Oltre 60 esperti, fra cui circa 30 partecipanti provenienti da Liechtenstein e Alto Adige, si sono dati appuntamento a Coira presso l'Istituto per la formazione professionale della Svizzera sudorientale. Cioccarelli racconta che i contatti con i colleghi dei due paesi erano stati instaurati da tempo, per cui era opportuno organizzare un corso di formazione che coinvolgesse tutti quanti. «Gli esperti devono poter collaborare in modo efficace. Per questo lo scambio reciproco, anche in occasioni diverse dal concorso, è prezioso per tutti e facilita la gestione delle situazioni d'emergenza».

Degli insider come istruttori

Il corso di formazione per esperti fissato all'inizio della fase di preparazione alle WorldSkills di Abu Dhabi puntava fra gli altri obiettivi a salvaguardare i requisiti di qualità che SwissSkills associa alla partecipazione ai Campionati internazionali delle professioni. Proprio per questo i moduli di formazione non sono stati condotti da relatori interni, bensì da due vere e proprie insider di WSI, Jenny Shackleton e Sally Messenger, che hanno guidato i partecipanti in inglese (lingua ufficiale di WSI) fra procedure e regolamenti complessi.
Non è stata un'impresa facile, racconta Cioccarelli, neppure per coloro che fra gli esperti hanno un'ottima padronanza della lingua. Ma tutti hanno lavorato con il massimo impegno in un'atmosfera estremamente positiva. «È bene che sia così», sottolinea: «Un clima di piacevole collaborazione e lo scambio fra pari sono stati una preziosa conquista per tutti».

Visualizzare tutte le immagini