Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Cool in piscina

Il team SwissSkills fa il pieno di energie nella città-oasi di Al Ain. In piscina però non ci si dedica solo al relax. I team leader hanno organizzato anche delle attività per i concorrenti.
Insieme, ma anche ciascuno singolarmente, ci si prepara mentalmente alla competizione che sta per iniziare.

Il termometro segna quasi 40 gradi con circa il 50% di umidità ad Al Ain, dove il team SwissSkills si trova da domenica per fare il pieno di energie e abituarsi al clima del deserto. «Di giorno fa un caldo molto umido qui», racconta la team leader Silvia Blaser: «Ieri sera però la temperatura era piacevole e siamo riusciti a mangiare fuori.» I posti più amati dai concorrenti svizzeri sono naturalmente quelli accanto al bordo della piscina dell’hotel.

Prepararsi alla sfida

«Lavorano duramente dall’inizio dell’anno e ora sono contenti che stia per cominciare», spiega il team leader e fisioterapista Daniel Steiner. «Adesso è importante che si rilassino ancora un po’ prima della competizione.» È la sesta volta che accompagna un team svizzero al Campionato Mondiale delle Professioni ed è responsabile in particolare del benessere fisico dei giovani professionisti. Prima della partenza ha già ricevuto alcuni SMS e ora sta curando qualche «dolorino», come racconta: «Un affaticamento del polso qui, una piccola bruciatura lì: niente di grave o di cui valga la pena parlare più di tanto.»

Relax, ma non solo

Il fattore riposo è molto importante anche per la team leader Silvia Blaser, è stato quindi previsto sufficiente tempo libero. Ad ogni modo, le giornate del team non sono solo relax. «Facciamo molte attività all’aperto come giocare a ping pong o a pétanque, ma anche giochi di gruppo per rafforzare lo spirito di squadra come un percorso con i palloncini nel parco dell'hotel.» Parte integrante del programma è anche il training mentale del mattino, previsto anche durante i giorni delle competizioni.
I giovani partecipanti, poi, si preparano alle sfide ognuno secondo le proprie esigenze. Mentre alcuni giocano rilassati in piscina o fanno insieme una partita a Jass, altri rileggono per conto proprio le informazioni e i documenti relativi ai compiti o discutono questioni aperte con i team leader – anche per questo è stato lasciato abbastanza tempo nel Pre-Camp.

Visualizzare tutte le immagini