Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Che i giochi abbiano inizio

al ritmo di martellanti beat la portabandiera Charlotte Martin è entrata ieri sera con gli otto colleghe e colleghi del team nella Scandinavian Arena per la grande cerimonia di apertura. Con altri quasi 500 concorrenti e circa 4000 fan da tutta Europa hanno festeggiato il fischio di inizio della quinta edizione degli EuroSkills.

Durante il giorno tutti i membri del team svizzero erano stati completamente occupati nell'allestimento delle postazioni di lavoro e nelle ultime preparazioni. Oggi si comincia davvero.

Fin d'ora sono tutti vincitori, ha gridato Stefan Löfven, il primo ministro svedese, ai quasi 500 professionisti, donne e uomini, dando loro il benvenuto nella Scandinavian. «Siete più che rappresentanti della vostra professione, della vostra città e del vostro Paese. Voi qui rappresentate il futuro», ha affermato nel suo discorso appassionato. Il loro orgoglio professionale e i loro sogni sono il futuro, ha aggiunto, esortandoli tutti: «Conservate questi sogni, siate fieri di voi stessi e non siate titubanti, ma trasformate questi sogni in realtà. Il mondo ha bisogno di voi, voi tutti siete modelli per il mondo.»

Anche per il presidente di WorldSkills Europe, Hubert Romer, tutti i concorrenti degli EuroSkills sono già fin d'ora veri eroi ed eroine, vincitori e vincitrici, poiché hanno già mostrato in patria la loro forza e il loro carattere.

La fulminante cerimonia di apertura è stata arricchita da un vero e proprio fuoco d'artificio musicale con i maggiori successi svedesi, a cominciare dagli ABBA (Dancing Queen), per passare agli Europe (The Final Countdown) e arrivare ai Roxette (She’s got the Look), che hanno fatto scatenare tutti i presenti nell'Arena.

Un giorno intenso di preparazione

Questo divertimento tutti i concorrenti se lo sono meritato dopo un giorno intenso di preparazione. Occorreva allestire le postazioni di lavoro e predisporre attrezzature e macchine. È stato così anche per Charotte Martin, la pittrice e decoratrice che ha fatto da portabandiera durante la cerimonia di apertura. Il suo esperto Andreas Marbacher, campione mondiale nell'anno 2009, presente per la terza volta agli EuroSkills, era molto soddisfatto del lavoro svolto dagli organizzatori. Le pareti preparate quest'anno sono davvero adatte, ha affermato, sono a posto e costituiscono una buona base di lavoro. Decisamente meglio che in altre occasioni che ha vissuto. Nonostante ciò Charlotte Martin ha dovuto passare uno strato di colore, eliminare piccoli difetti con la spatola, illuminare bene la postazione di lavoro. «Però la cosa più importante per Charlotte era avere la giusta disposizione d'animo per lavorare.»

Pronti a dare il meglio di sé

Oggi, giovedì, si fa sul serio. Nei prossimi tre giorni, nella confusione dei tre enormi padiglioni dello Swedish Exhibition Centre, tutti i membri dello Swiss Team devono concentrarsi al massimo e lavorare con la massima precisione. Christine Davatz, capodelegazione, è fiduciosa che ciò avverrà: «Le nostre donne e i nostri uomini, si sono preparati bene nei mesi scorsi, hanno lavorato sodo e si sono allenati. Sono convinta che siano pronti a fornire qui le loro migliori prestazioni.»

Visualizzare tutte le immagini Visualizza documenti stampa relativi a queste News