Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)

Fatto, finito – ed esausto

È fatta – emozionanti momenti al termine delle competizioni con lacrime di sollievo. Lo SwissSkills Team ha dato il meglio durante tre estenuanti giornate. Oggi i partecipanti si sono tolti un peso e hanno potuto abbracciare genitori orgogliosi e amici. La sera, ad attendere l’intera famiglia SwissSkills un po’ di relax in occasione della tradizionale serata svizzera.

Aver finito è una bellissima sensazione, ha osservato Valeria Tschann sollevata durante l’ultima giornata di competizione. La 22enne estetista aveva già partecipato agli WorldSkills di Abu Dhabi: «Grazie a quest’esperienza mi sono sentita un po’ più sicura. Ciononostante ero nervosa, per questo è stato particolarmente bello sapere che i miei cari erano intorno a me.» I suoi genitori, il suo ragazzo e la madre hanno accompagnato e sostenuto la turgoviese a Budapest. Al meccanico di macchine agricole ed edili Simon Rüedi l’ultima consegna non è riuscita come si aspettava. In generale però non è andata male, racconta: «Poco importa come andrà, è stata un’esperienza unica e la rifarei subito.» Per l’installatore elettricista Daniel Gerber l’ultima mezz’ora è stata la peggiore, non poteva fare nient’altro che aspettare. «Ora ho finito, finito del tutto e sono esausto», si è sfogato. Egli ritiene di aver dato del suo meglio, raggiungendo il suo obiettivo e ha dichiarato soddisfatto: «Di più non potevo fare. Se è stato abbastanza, lo scopriremo domani.»

Viva la Svizzera

Prima però di scoprire i risultati il team e tutti i membri della famiglia, amici e fan che li hanno accompagnati in questo viaggio hanno potuto brindare alle performance dei giorni scorsi. SwissSkills, lo SwissSkills Supporter Club e l’operatore turistico Helbling Reisen hanno invitato tutti al termine delle competizioni alla tradizionale serata svizzera presso l’Aria Hotel. «Voi siete gli ambasciatori della qualità della formazione professionale svizzera e noi siamo molto orgogliosi», ha salutato Gérard Constantin, vicepresidente della Fondazione SwissSkills, i partecipanti un po’ esausti. Al termine del suo discorso di benvenuto ha lasciato gli otto giovani professionisti alla meritata serata di relax con un caloroso «viva la Svizzera».

Supporto per il Supporter Club

Il presidente Armin Lutz ha colto l’occasione per annunciare che sarebbe molto lieto dell’adesione di quante più persone e ha fatto un po’ di pubblicità al suo Supporter Club: «In questo modo potrete aiutarci a rendere possibili serate del genere e a continuare a fornire allo SwissSkills Team il supporto necessario.»

Visualizzare tutte le immagini