Cerimonia di apertura

04.10.11

Dopo la magnifica apertura della 41ª edizione delle WorldSkills, ieri sera nella cornice della leggendaria O2 Arena di Londra, da oggi si fa sul serio. Iniziano le gare.

Ieri sera nell’O2 Arena, poco prima dell’apertura delle WorldSkills di Londra, la maggior parte dei 38 candidati svizzeri è sembrata molto determinata e sicura di sé. Con gridi di battaglia e campanacci, le giovani svizzere e i giovani svizzeri hanno dato un chiaro segnale di ciò che sono.

In rappresentanza della maggior parte della delegazione, Florian Zumstein ha definito l’obiettivo con una parola: «L’oro!» – e d’altronde, cos’altro avrebbe potuto dire l’orafo zughese? Un po’ più diplomatico si è dimostrato invece il costruttore di modelli e stampi turgoviese Jan Züllig: «Do semplicemente del mio meglio, il resto si vedrà». Anche la bernese Marina Feller la pensa così: la pittrice decoratrice dovrà difendere il titolo di campionessa mondiale ottenuto a Calgary. «Per questo, com’è ovvio, la pressione è leggermente maggiore», ha affermato, «ma non mi lascio di certo intimidire!».“

Le nostre candidate e i nostri candidati sorprendono, e danno l’impressione di sapere il fatto loro. Nervoso? No, nervoso non lo è per nulla, e forse il nervosismo dovrebbe salire nella giornata di oggi, quando inizieranno le gare, ha dichiarato ad esempio il fresatore CNC Tobias Meyer, proveniente dalla regione del Glarnerland. Non particolarmente teso ci è parso anche il falegname da serramenti appenzellese Peter Enzler, sebbene per lui la grande quantità di spettatori che affluirà a decine di migliaia all’interno dell’area fiera londinese costituisca una particolare sfida – oltre 150’000 visitatori sono in attesa dei concorrenti britannici. «Naturalmente il rischio di farsi distrarre è grande», ha affermato il professionista della Svizzera orientale.

In ogni caso facciamo i nostri migliori auguri al team.


Nota:
diversi contributi video saranno oggi caricati su YouTube. Date semplicemente un’occhiata a  http://www.youtube.com/swissskills

indietro

Immagini

Visualizzare tutte le immagini



Audio

Andrin Cavegn Anlageelektriker
Florian Zumstein Goldschmied
Gian-Andrea Casaulta Elektroinstallateur
Jasmin Enzler Konditorin
Marina Feller Dekomalerin
Pascal Brunner Konstrukteur
Peter Enzler Bauschreiner
Sandra Schmid Informatikerin
Tobias Meyer CNCFraesen
Sebastian Haeni Webdesigner
Jan Zuellig Modellbauer


Video


1 Tag vor dem Wettkampfbeginn


Diario del team

L’ultimo giorno libero prima dell’inizio delle gare è arrivato. Il primo evento in programma per noi dopo la colazione è «one school one country»: i candidati di tutte le nazioni visitano una scuola del Paese ospitante facendosi quindi un’idea del sistema scolastico del posto. La delegazione svizzera ha potuto visitare la Sebrith School, un istituto di istruzione primaria di Londra. Per noi e per gli alunni è stata sicuramente una bellissima esperienza, e i bimbi, dal canto loro, hanno potuto apprezzare soprattutto il cioccolato svizzero.

Dopo la visita alla scuola abbiamo avuto tempo per un’ultima preparazione individuale prima delle competizioni.

Infine la sera si è svolto l’evento clou della giornata: la cerimonia di apertura. Davanti allo stadio O2 abbiamo rivisto per la prima volta i nostri parenti e abbiamo subito presentato loro il nostro grido di battaglia. A ciò è seguita una spettacolare presentazione del Paese ospitante e delle WorldSkills, che sicuramente ha piacevolmente impressionato tutti noi. Il momento più bello per noi è stata la nostra marcia verso il palco, in occasione della quale abbiamo potuto mostrarci, fieri, agli altri partecipanti.

Ora è tempo di andare a dormire e fare il pieno di energia, in modo da essere pronti per la giornata di domani.

Florian Zumstein, orafo
Pascal Brunner, progettista meccanico