Ultima curva prima del rettilineo d’arrivo

07.10.11

«Ora non è il momento di essere stanchi!» è il motto del terzo giorno ai campionati mondiali delle professioni di Londra. Molti concorrenti si sentono addosso tutto il peso dei giorni passati, ma proprio il terzo giorno è spesso quello decisivo.

«Ogni punto conta! Proprio per questo ora bisogna mettere una marcia in più», dice Sarah Nef raggiante, igienista di Esslingen (Zurigo).  Insieme alla sua compagna di squadra Arjeta Behluli di Wallisellen deve occuparsi di cinque casi concreti, tra cui una paziente affetta da polmonite e una diabetica. Di solito Nef e Behluli non lavorano insieme, ma per le WorldSkills si sono messe d’accordo preparandosi al meglio, anche per una gara in Alto Adige.

Il peso del difensore del titolo

Per il carpentiere Jonathan Kissling di Oberhallau la partita si è davvero capovolta alla fine del primo tempo. «Nei primi due giorni ho perso un po’ di tempo e avevo davvero paura di non riuscire a finire. Oggi tuttavia ho recuperato qualcosa e ora la situazione sembra migliore». La pressione sulle spalle dello sciaffusano è alta. Il suo predecessore alle WorldSkills 2009 in Canada ha conquistato l’oro. «Ovviamente questo crea delle aspettative molto alte», spiega Kissling che ha il compito di costruire in miniatura una pergola.

Tobias Meier di Neuhausen am Rheinfall, che si occupa di reti IT, non deve difendere alcuna medaglia d’oro, ma una medaglia di bronzo che ha una particolarità: è stata conquistata da suo fratello Florian alle WorldSkills tenutesi in Canada due anni fa. Per Tobias è un vantaggio più che uno svantaggio: «Due anni fa l’ho aiutato dandogli dei consigli – oggi è lui ad aiutare me.» Alla domanda se a Lipsia, tra due anni, ci sarà al via un altro Meier, con un sorriso Tobias risponde: «È molto probabile, ma non sarà della nostra famiglia».

Avviso per la trasmissione:

Il contributo sulla televisione svizzera è stato rinviato all’ultimo momento. Vi informeremo non appena otterremo una nuova data.

Diversi contributi video saranno costantemente caricati su YouTube. Date semplicemente un’occhiata su http://www.youtube.com/swissskills

indietro

Immagini

Visualizzare tutte le immagini



Audio

Arjeta Behluli Gesundheitspflegerin
Jonathan Kissling Zimmermann
Manuel Caduff Steinmetz
Rahel Brunner Floristin
Tobias Meier IT-Netzwerker


Video


Terzo giorno di gare

Giornale di bordo del team

Oggi la giornata è iniziata alle ore 7:00 con la colazione insieme al team, seguita poi, alle ore 7:45, dall'appuntamento davanti all'albergo per recarci sul luogo della competizione. Arrivati a destinazione, abbiamo lanciato il nostro «grido di guerra» con incoraggiamenti vari! Ci siamo poi diretti al nostro posto di lavoro per cominciare la giornata lavorativa e discutere con gli esperti. E qui, poco prima dell'attività, inizia a montare lo stress. Una volta arrivata la pausa pranzo, andiamo a mangiare con gli altri colleghi, discutendo della mattinata di lavoro e scambiandoci impressioni varie. Poi ritorniamo al posto di lavoro. Tutto procede senza intoppi durante questo terzo giorno e dobbiamo impegnarci al massimo per poter concludere correttamente i moduli con il tempo che ci è stato messo a disposizione. La giornata di lavoro arriva alla fine, ci rincontriamo con i nostri esperti per poter parlare della giornata trascorsa e per l'ultimo giorno di lavoro. Alle ore 18:00 abbiamo un breve debriefing con il team e poi andiamo a mangiare tutti insieme. La serata è libera, ognuno la trascorre come vuole e si prepara per l'ultimo giorno.

Morgan Conus, muratore
Etienne Cristini, montatore-frigorista